Sobrietà per un punto di IVA

Complice la crisi, si moltiplicano gli appelli alla sobrietà. Ma questa non ha niente a che vedere con quella dei Gruppi di Acquisto Solidale. Meglio chiamarla taccagneria.

_____________________

Eccoci qua: arriva la crisi, e si iniziano a vedere gli appelli alla sobrietà. Questa volta è l’Adiconsum a presentare un Vademecum di sopravvivenza, e il pretesto è, udite udite, l’aumento dell’Iva al 21%.

Una serie di suggerimenti che vanno a coprire un po’ tutti i settori della vita, dall’alimentazione ai trasporti il tutto apparentemente verso il recupero della sobrietà. In realtà, lo sappiamo bene, molto spesso questi appelli incitano solo alla taccagneria, nonostante i bei concetti enunciati nell’introduzione (“recupero e di riciclo, attenzione per l’ambiente, recupero della sobrietà, cambiare i modelli di consumo, andare verso un consumo ecologico ed eticamente orientato, maggiore coesione sociale”).

Vediamo nel dettaglio questo decalogo, il cui testo può essere letto integralmente su vita.it:

  • Carburanti e trasporti: spicca il consiglio di rivolgersi ai distributori dei supermercati;
  • Acquisto dei libri di testo: rivolgersi presso la grande distribuzione, come pure per il corredo scolastico;
  • Canali di vendita: acquistare nei supermercati o negozi specializzati a basso costo;
  • Gruppi di acquisto: eccoli qua. Quando si parla di crisi, non mancano mai. Per fortuna non hanno scritto la parola solidale, quindi ci sentiamo presi meno in causa;
  • Evitare di prendere multe: cribbio! Non ci avevo pensato. Questi dell’adiconsum sanno essere diabolici;
  • Occhi aperti alle truffe: vedi punto precedente;
  • Smettere di fumare: aridaje!

Ecco i consigli di sobrietà: spendete di meno e quel poco che consumate, compratelo al supermercato. Per fortuna c’è chi ogni giorno si sbatte per un altro stile di vita.

Pubblicato in Segnalazioni
One comment on “Sobrietà per un punto di IVA
  1. antonio scrive:

    cito l’articolo:
    “Nel continuare a chiedere al Governo provvedimenti che possano veramente far ripartire i consumi e far crescere il Paese, abbiamo stilato un Vademecum di sopravvivenza delle famiglie alla luce dell’ultima manovra.”
    Far ripartire i consumi?
    Ma è così difficile vedere che il ramo che stiamo segando è quello su cui siamo seduti?

Rispondi a antonio Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


4 × = venti

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>