Città che tornano alla terra

lattugaProsegue il terzo ciclo di seminari realizzati dalla collaborazione tra le Matonele e il Gruppo Interuniversitario TiLT-Territori in Libera Transizione: mercoledì 8 maggio è la volta del terzo incontro, dedicato alle forme di auto-coltivazione urbana o collettiva. Incontro aperto a tutta la cittadinanza.

Scarica il volantino degli eventi

Mercoledì 8 maggio 2013 ore 16,30-18,30 – Aula 1.6

Polo Zanotto Via San Francesco, 22 – 37129 Verona

Città che tornano alla terra

Giorgio Gosetti, Franca Roiatti, Antonio Nicolini

 

Dopo i primi due incontri, proseguono i “Corsi screditati per un tornaconto di senso”,  dal titolo “Economie, lavoro e benessere  in una società in transizione”.

“L’autoproduzione è un tema centrale della nostra ricerca,” dice Antonio Nicolini delle Matonele, “abbiamo infatti contribuito, anche con del prezioso ‘olio di gomito’, ad alcuni orti collettivi in Valpolicella. Cerchiamo così di coniugare il ritorno alla terra e la sperimentazione di una nuova capacità di collaborazione, che dimostri la possibilità concreta con piena soddisfazione di tutti di superare l’individualismo sfrenato tipico della società attuale.”

La formula del corso screditato,” prosegue Nicolini,”ci sta dando molte soddisfazioni: i nostri incontri sono frequentati dalla società civile, dalla politica veronese e soprattutto da numerosi studenti, tutti interessati a comprendere le chiavi di decodifica di una società in rapido mutamento verso qualcosa di indefinito.”

A partire dal lavoro di Franca Roiatti – La rivoluzione della lattuga.  Si può riscrivere l’economia del cibo?  – Giorgio Gosetti (TiLT-Territori in Libera Transizione), Antonio Nicolini (Matonele) e la stessa Franca Roiatti discuteranno della rivoluzione  in corso che prende la forma di  esperienze di “democrazia alimentare urbana” e di nuove modalità di relazione tra città e campagne.

Contadini custodi dell’ambiente  e consumatori  che diventano coproduttori, ovvero scelgono di eliminare  la distanza tra produzione e consumo che – come sostiene la Roiatti –  a causa dell’affermazione di un modello di produzione globalizzato “ha demandato ad altri la scelta ed il controllo sulla qualità ed il tipo di cose che mangiamo”.

Tra pratiche e ricerche, tra teoria ed esperienza quotidiana, ascoltando chi fa ricerca accademica ed è da anni in relazione con chi pratica altre modalità di fare economia e società.

Il dibattito sarà aperto da “portatori di domande” che quotidianamente si confrontano con la creazione – e le sue difficoltà – di diversi modi di tessere società, economia e politica.

Organizzazione: Vincenzo Benciolini, Lucia Bertell, Michele Bottari, Federica de Cordova, Antonia De Vita, Giorgio Gosetti, Antonio Nicolini, Veronica Polin, Mimmi Spurio

OTTOBRE 2013
QUALE GIUSTIZIA PER QUALE LEGALITÁ – Convegno
verrà data informazione tempestiva della data e del luogo

Pubblicato in Attualità, Eventi, Iniziative

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


tre − = 2

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>