Spazio Ecovillaggi

gennaio 2011

il sottogruppo ecovillaggio si è incontrato il 16 gennaio e abbiamo iniziato a scrivere la bozza dei principi fondativi della comunità: bozza principi fondativi riunione del 16 gennaio

dicembre 2010

il sottogruppo ecovillaggio si sta incontrando frequentemente per favorire la reciproca conoscenza, nel penultimo incontro abbiamo iniziato a definire alcuni punti per noi fondamentali che faranno da guida ai prossimi passi. Ecco il verbale dell’incontro: incontro per ecovillaggio 19 dicembre 2010

 novembre 2010

all’interno della rete di persone si sono delineati due sottogruppi con intenti diversi:

a) la maggior parte delle persone si stanno dimostrando più attratte da una forma di parziale convivenza tipo cohousing (vedi: http://www.cohousing.it/) e fanno riferimento a Gloria che ha dato vita al sito: http://www.ilfuturoeacasamia.it/

b) un gruppo minore invece sta incontrandosi e confrontandosi su un progetto di maggiore coinvolgimento nella vita di comunità e sopratutto di ritorno alla terra, pur mantenendo forme di proprietà privata all’interno degli spazi comuni

settembre 2010

Il percorso continua…. adesso è attiva una rete di persone che si sta muovendo in cerca di un luogo adatto, e si incontra per confrontarsi, c’è una mailing list per tenere i contatti, per essere iscritti scrivete a imliver@gmail.com

raccolta dei verbali delle riunioni:

Incontro Vita Nova 24 agosto 2010

Incontro Vita Nova 23 settembre 2010

visita immobile a San Rocco 3 ottobre 2010

Gennaio 2009

Siamo un gruppo di amici che, avendo acquisito la conoscenza di realtà già esistenti nel territorio nazionale facenti parte della RIVE – Rete Italiana Villaggi Ecologici e/o della Rete Bioregionale Italiana, intendono costituire, preferibilmente nel territorio veronese, un ecovillaggio e favorirne la nascita di altri.

Si valuta la costituzione di ecovillaggi come una delle forme di attuazione di una economia solidale diretta e coinvolgente fra persone disponibili a relazionarsi seguendo principi riconducibili alla condivisione e al mutuo soccorso e che, a tal fine, scelgono di vivere in luoghi adatti e favorevoli a svolgere attività agricole e di allevamento tali da consentire alla comunità di raggiungere, nel tempo, l’autosufficienza alimentare ed energetica.
La particolare connotazione “bioregionalista” che vogliamo introdurre nel nostro percorso, comporta ‘la volontà di ri-diventare nativi del proprio luogo, della propria “bioregione”, intesa come un luogo geografico riconoscibile per: clima, suoli omogenei, specie vegetali e animali, bacini idrografici nella loro integrità, versanti montani, ma anche per le culture umane, considerando, in particolare, quelle prodotte da popoli che da tempo immemorabile hanno saputo convivere in armonia con tutto questo’.
(Dal Documento d’intesa della Rete Bioregionale Italiana)
Nota: per “propria bioregione”, intendiamo il nostro luogo di vita, alternativamente perché è il luogo nel quale ora viviamo e/o dove siamo nati, o perché scelto per opportunità di vario ordine.

Per raggiungere il nostro obiettivo intendiamo operare attraverso le seguenti modalità:

  • informarsi, anche direttamente attraverso visite, sulle esperienze di vita bioregionale, di ecovillaggi, comunità, comuni, ecc. esistenti o in via di formazione sul territorio nazionale e oltre e divulgarne la conoscenza;
  • conoscere e far incontrare persone che intendano costituire un ecovillaggio o vivere esperienze dirette in realtà già esistenti;
  • instaurare rapporti con enti pubblici o religiosi, agenzie, professionisti, associazioni, contadini e artigiani e loro organizzazioni, utili nella fase di individuazione, recupero o adattamento di fabbricati e terreni che costituiranno la sede del villaggio bioregionale.

Auspichiamo che attraverso la pratica di vita nell’ecovillaggio e l’impegno sociale che continueremo a svolgere all’esterno, si contribuisca alla costruzione di un mondo migliore.

Desiderando conoscere altre persone interessate, riportiamo di seguito i nostri recapiti, per informazioni e contatti:
Italo Vozza, Maria Masucci, tel. 0376372829, cell.3382245912, e-mail italo.vozza@poste.it
Franco Poletti, tel. 0457970230, e-mail franco.poletti@istruzione.it
Vincenzo Benciolini, tel. 0457590990, e-mail vincenzo.benciolini@tiscali.it