Archivio di SCRIVICI

in questa pagina vengono archiviati i commenti postati nella pagina SCRIVICI.

 

  1. 29/08/2011 il nuovo sito dei quarei è a questo indirzzo http://www.quarei.it
  2. 29/08/2011 Salve, mi chiamo Ilaria e avrei urgente bisogno della lista dei Gas presenti a Vr che era disponibile al vostro link http://www.quarei.org ma ad oggi non è più disponibile. Come faccio a recuperare la lista con i contatti?Mi servono per la tesi…
    Grazie
  3. grazie Paola, grazie Loretta,
    sto cercando una forma per questa idea del pavimento. è da esporre ma dovrebbe essere percorribile dai visitatori magari camminandoci su…
    So della fornace Brioni per via di Gaia Bollini un’architetto che collabora anche con Case di Terra associazione di Chieti.
    Provo a sentir loro.
    Riceverei volentieri notizie sulle iniziative che state o porterete avanti.
    Buon lunedi,
    Gigliola Rosciani
    339 2528411
    girosciani@yahoo.it
  4. Ciao. Scusa il ritardo nel rispondere.
    Per quanto riguarda la terra per pavimentazioni, ho fatto esperienza in Austria con pavimenti usati , debitamente coperti, anche all’esterno. Tuttavia si tratta di realizzazioni in terra battuta, cioè pavimenti pregiati ma di adeguato spessore e debitamente pressati. Ad oggi esistono “pavimentazioni” offerte da ditte di terra: se non sono di forte spessore e compattate, sono molto belle, ma penso fragili ( ho fatto analoga esperienza con la calce, ma il pavimento diventa delicato).
    Per quanto riguarda i mattoni crudi al posto di quelli cotti, sono un pò titubante per quanto scritto sopra: la terra cruda non ha la stessa resistenza di quella cotta, perciò i mattoni non dovrebbero essere gli stessi destinati alla cottura, perchè a mio parere, sarebbero fragili nel tempo.
    Per la sperimentazione, in provincia di Mantova esiste la fornace Brioni che produce intonaci e mi pare anche pavimentazioni in terra. Tra l’altro hanno fatto parecchia esperienza con il prof. Scudo e l’arch. Sabbadini dell’università di Milano. Penso che sia la via migliore da percorrere per realizzazioni sperimentali, sia in termini di spazi che di esperienza.
    paola
  5. albero che cammina (girosciani@yahoo.it) wrote:
    buon pomeriggio a chi mi legge,
    ho in mente la realizzazione di un pavimento speciale sul tema della memoria vegetale. altri piu’ piccoli li ho fatti cuocere mentre per un evento che realizzero’ nei pressi di Verona vorrei tentare la via del mattone crudo. Necessito di uno spazio di preparazione e anche di condividere tecniche e sperimentazioni. Mi potete mettere in contatto con persone che hanno formazione e interesse sull’edilizia in terra cruda? E’ possibile essere ospiti in uno spazio-laboratorio (anche all’aperto – tipo tettoia) dove posso lavorare con calma a pavimento di cui sopra? Il pavimento realizzato in moduli di mattoni tipici (12×24 cm ad es.) potrebbe avere dimensioni dai 20 mq o piu’.
    Attendo una vostra risposta,
    Gigliola Rosciani ovvero Albero che Cammina
  6. Loretta says: Ciao, Gigliola. Giriamo la tua proposta ai nostri bioedili.
  7. Paola Cuzzocrea Says:Gentile Associazione, siamo un’Associazione di Rieti (PosTribù) interessata a promuovere nel nostro territorio un Distretto di Economia Solidale. Mi piacerebbe capire come la Vs associazione (noi ci stiamo costituendo come Onlus di nascita) si sta muovendo per promuovere la costruzione del Des, e se il Des si è costituito come organismo a parte rispetto all’Associazione.Mi piacerebbe anche capire se vi possono essere modalità di collaborazione tra il Vs Des ed il nostro in fase ancora embrionale. grazie Febbraio 7th, 2009 at 11:52
  8. andrea Says: Carissima Paola e tutti del PostTribù perdonateci la lunga attesa di una nostra risposta, la costituzione del DES è un’affare complicato… ma fattibile. Noi facciamo riferimento alla Carta Nazionale RES (www.retecosol.org); l’Associazione formale c’è, El Sélese, che per noi deve restare uno STRUMENTO a disposizione del DES per lo sviluppo del DES stesso… Quindi sono due cose distinte e una cosa sola allo stesso tempo, dipende da che punto di vista vogliamo affrontare i problemi… Ditemi voi cosa più in specifico vi interessa. Per quanto riguarda le modalità di collaborazione, questo stesso scambio di comunicazioni rappresenta la collaborazione nella produzione di Beni Relazionali che tra la Rete di Rieti e la Rete di Verona è posta in essere… Vi invito a commentare ancora su questo sito e a renderlo più partecipato, le vostre domande/suggerimenti/critiche possono aiutarci reciprocamente; se già avete un sito mettiamo un link.Possiamo Collaborare a livello nazionale se il vostro DES adderisce alla Carta e partecipa ai lavori del Tavolo RES come pure collaborare a livello più concreto: es. che cosa c’è a Rieti che può interessare i veronesi e viceversa? Buoni prodotti della terra scambiabili con altri buoni prodotti della terra? Prevedete di sperimentare sistemi economici non convenzionali (es. Baratto, sistema dei Buoni Locali Solidali www.arcipelagoveneto.org)? Credo che, alla fine ci siano molte possibilità di collaborazione, soprattutto perché un DES e più in generale l’Economia Solidale, da la possibilità di sfogare la propria fantasia trovando in essa una concretizzazione… Sono nuove frontiere socio-economiche che devono essere ancora esplorate. Un saluto solidale a tutti andrea tronchin Febbraio 19th, 2009 at 11:43 e
  9. Comitato Fumane Futura Says:
    Buongiorno. Vorremmo inviarvi il manifestino della conferenza che organizziamo per il 27 marzo. Grazie per indicarci dove indirizzarla Comitato Fumane Futura
  10. totò Says:
    Adesso la notizia della conferenza e il volantino sono pubblicati.
    ciao
  11. stefano Says:
    Abbiamo avviato questa iniziativa di produzione abbigliamento a filiera corta, ci rivolgiamo a tutti i gas, se può interessare siamo disponibili a collaborare.
    Nell’attesa salutiamo.
    Stefano
  12. Emanuela Mariotto Says:
    Desidero essere informata delle vostre iniziative..grazie
  13. totò Says:
    Ho girato il contatto all’intergas veronese
  14. stefano Says:
    vorrei divulgare maggiormente la nostra iniziativa, inizio ad avere i primi consensi e richieste di ampliare la gamma prodotti anche per bimbi, ci aiutate?
    un saluto
  15. Antonio Azzaretto Says:
    Il vostro sito è stato segnalato sul portale della Community AziendaCondomìnio quì:
    http://www.aziendacondominio.it/forum/viewtopic.php?t=2138Buona giornata!Antonio Azzaretto
  16. micaela Says:
    Gentilmente, è possibile avere un contatto per il gruppo di Illasi? Quando il prossimo appuntamento, dove e a che ora?Abito e Soave e vorrei unirmi al gruppo.Grazie Micaela.
  17. Nidia Says:
    Sono interessata alla vostra attività mi piacerebbe contattarvi e conoscere meglio la vostra attività grazie Nidia
  18. totò Says:
    ciao Micaela,
    il contatto con il GAS di Illasi te lo invio per posta.
    Benvenuta nel “mondo” GAS.
    ciao antonio
  19. totò Says:
    ciao Nidia
    per tenerci in contatto fra di noi e anche per organizzarci utilizziamo una mailing-list, essere iscritta a questa lista è il modo migliore per conoscere quello che stiamo facendo e per partecipare alle riunioni, nella lista vengono mandati tutti gli avvisi di iniziative e riunioni.
    L’indirizzo è questo selese@googlegroups.com
    Se non riesci ad iscriverti mandami un messaggio rispondendo alla mail che ti mando e ci penso io.
    ciao antonio
  20. Federico Says:
    vorrei informarci di una iniziativa che organizeranno in valpolicella. Chi è interesato a partecipare è pregato di scrivere al sottoscrittoAssociazione Arte Entropia ZeroConsapevole che non tutto è nuovo quel che luccica
    presentaL’ARTE DELLA DECRESCITA FA BENE AL MONDOevento artistico sul riciclo e il riuso dei rifiuti e l’arte dell’arrangiarsidomenica 17/05/09 presso Ca Verde – Sant’Ambrogio Valpolicella Vr
    dalla mattina alla serachiacchierano: Ass.re ecologia Negrar – segretario provinciale ass.ne tutela consumatori, staff Pallante del movimento per la decrescita
  21. stefano Says:
    abbiamo iniziato con una piccola produzione di t-shirt e polo uomo-donna, molto carine, se a qualcuno interessano special x GAS.
    ciao
  22. totò Says:
    Ciao Stefano,
    ho già girato il tuo messaggio alla rete gas veronese saranno loro a contattarti se interessati.
    ciao antonio
  23. Marco Passigato Says:
    Buongiorno,
    segnalo questo interessante convegno “Aziende e Università, sinergie per lo sviluppo delle fonti rinnovabili – il caso AGSM Università di Verona” che si terrà il 9 maggio ore 9 in sala Puccini in Fiera in occasione del SolarExpo.(se mi date una e mail vi mando il programma)Cordiali salutiMarco Passigatoing. Marco Passigato
    Università degli Studi di Verona
    Direzione Servizi Tecnici
    Mobility Manager di Ateneo
    tel 045.8028562
    marco.passigato@univr.it
  24. totò Says:
    ho risposto via mail a Marco
  25. VIAGGI NELL’ERA POST-PETROLIO:
    CORSI ESTIVI 2009 DELL’ASSOCIAZIONE PAEA
    Due corsi estivi per conoscere le Transition Towns e le alternative alla crisi ecologica ed economica globaleAnche per il 2009 l’associazione PAEA (Progetti Alternativi per l’Energia e l’Ambiente) offre la possibilità di esplorare le alternative energetiche e produttive: per chi crede che sia sempre più urgente sganciarsi da un’economia basata sui combustibili fossili, due viaggi aperti a tutti – professionisti e non – nelle buone pratiche d’avanguardia europea.
    RITORNO AL FUTURO – 26 luglio/3 agosto 2009
    Alla scoperta delle Transition Towns e del Centre For Alternative Technology (CAT) di Machynlleth in Galles
    POLITICA, AMBIENTE, LAVORO – 8/17 agosto 2009
    Corso residenziale al Centro per l’Energia e l’Ambiente di Springe (Germania)
  26. totò Says:
    Il commento è pubblicato come articolo nel sito.
  27. camilla Says: ciao, sono Camilla,sono molto interessata al microcredito, purtroppo ho letto solo ora l’annuncio del corso che avete organizzato! Vorrei partecipare ad uno stage nel microcredito ne organizzerete altri? grazie Camilla
  28. totò Says:
    ho risposto via mail a Camilla
  29. anna perazzolo Says:
    Vi segnalo la seguente iniziativa promossa da Legambiente verona“Week-end a Naole:
    La via ecologica per uscire dalla crisi”Da venerdì 17 a domenica 19 luglio 2009Il Centro di Documentazione Ambientale di Legambiente Volontariato Verona, in collaborazione con CEA Legambiente Verona organizza presso il rifugio di Naole (Monte Baldo Vr), un rilassante fine settimana estivo, in cui unire momenti di approfondimento e discussione tematica a una vita rilassante fatta di escursioni, ritmi lenti e alimentazione sana ma gustosa, per l’80% biologica. Si possono prevedere attività di animazioni per bambini eventualmente presenti.
    I momenti di discussione sono previsti sabato mattina (la svolta ecologica come strumento per uscire dalla crisi economica, con Rossella Muroni, direttrice generale di Legambiente) e sabato sera (i gesti che ognuno può svolgere per migliorare lo stile di vita, con Roberto Rizzo, autore di “Come salvare il pianeta senza essere superman” Einaudi 2005).
    Sabato pomeriggio e domenica saranno dedicati all’organizzazione di escursioni adatte a tutti i partecipanti.Ritrovo presso la località “Due pozze” – Prada (ognuno con la propria auto) alle ore 18.00 del venerdì 17 luglio. Dopo aver caricato i bagagli sul fuoristrada, si raggiungerà la casa di Naole a piedi: una tranquilla passeggiata su strada forestale della durata di circa un’ora e un quarto. Ritorno previsto per la domenica pomeriggio, partendo da “Due Pozze” alle ore 17.00
    Il rifugio è situato sul Monte Baldo, a 1600 m slm, ed è quindi necessario portare il sacco a pelo e abbigliamento adeguato. Al momento dell’iscrizione verranno fornite indicazioni su come raggiungere il posto e su cosa portare. C’è la possibilità di venire incontro a particolari necessità o scelte alimentari previo avviso.
    Il fine settimana si organizzerà con un numero minimo di 18 partecipanti paganti, ed è richiesto un contributo complessivo di 70 euro per vitto, alloggio, attività e animazione per bambini; i bambini fino a 10 anni usufruiscono di uno sconto del 10%, mentre fino ai tre anni non pagano. I posti disponibili sono limitati (22)Per iscrizioni o per ulteriori informazioni chiama
    presso la sede di Legambiente Verona
    tel. 0458009686 fax. 0458005575
    e-mail cda@legambienteverona.it
  30. totò Says:
    Il commento è pubblicato come articolo nel sito.
  31. annamaria Says: Mi piacerebbe avere informzioni su GAS golosine e a che mi devo rivolgere grazie Giugno 25th, 2009 at 11:59
  32. totò Says:
  33. ho risposto via mail a Annamaria
  34. Ale Says:
    Ciao sono alessandro, purtroppo vi ho scoperti solo oggi.
    Con calma mi darò alla lettura delle “carte” – sono studente e sotto esami.
    In un po’ di persone stiamo portando avanti (in forma non istituzionale) una sorta di giornale studentesco, giusto per non far fluire comodamente la disinformazione – almeno nel polo umanistico.Sarebbe bello poter portare la vostra voce nei corridoi della Facoltà (pubblicare vostri articoli, post, mail.. insomma contenuti). Inoltre da poco abbiamo inserito nel blog del giornale l’agenda; sarebbe bello poter condividere i vostri appuntamenti. a presto, ale giugno 30th, 2009 at 20:37 e
  35. andrea Says:
    Ciao Ale!
    Benvenuto nella Rete del DES e grazie per l’intenzione di farci entrare tutti nella tua rete.
    Un abbraccio solidale andrea giugno 30th, 2009 at 23:46
  36. stefano Says: abbiamo aggiornato il ns. sito http://www.centopercentolocal.org ed inviatiamo tutti a visionarlo, grazie. luglio 4th, 2009 at 07:58
  37. un’immagine per il vostro sito (quella che avete è mica tanto bella)… http://img38.imageshack.us/img38/6112/elselesehomepage.jpg andrea Says: luglio 4th, 2009 at 11:21
  38. Roberta Says: Allora se vogliamo stare sulla tipologia di immagine di Andrea, per l’ hompage del sito, lungo la vallata di Illasi prima di Giazza, è stata installata una pala eolica.Potrebbe andare bene…appena avrò un po di tempo andrò a fargli una fotografia. A presto!!!! luglio 6th, 2009 at 14:55
  39. Francesca Says: Ciao a tutti, qualcuno mi può indicare un ecovillaggio vicino al Veneto che offra la possibilità di vacanze per famiglie? Non sono mai stata in un ecovillaggio e mi piacerebbe avvicinarmi a questa realtà. Grazie! luglio 6th, 2009 at 18:23
  40. italo Says:
    Ciao Francesca; si c’è un ecovillaggio in provincia di Vicenza ed esattamente a Laghi. Puoi acquisire più dettagliate informazioni visitando il sito della rete italiana villaggi ecologici o su http://www.aamterranuova.it luglio 7th, 2009 at 11:33
  41. Ufficio stampa JacaBook Says: solo darvi un’informazione….mi lascereste un’indirizzo e-mail ottobre 9th, 2009 at 10:07
  42. cristina Says:
    Con la presente segnaliamo un’interessante iniziativa prevista per il 25 novembre 2009 a Milano con la partecipazione del dott. Patch Adams, il famoso medico-clown e attivista statunitense reso celebre dall’omonima pellicola hollywoodiana interpretata da Robin William e con la School for Designing a Society. Per maggiori informazioni indichiamo l’indirizzo del sito web dell’evento con preghiera di divulgazione: http://www.educaredesiderio.blogspot.comRingraziamo per l’attenzione e ci auguriamo di incontravi a novembre! ottobre 25th, 2009 at 21:36 cordiali saluti elena novembre 9th, 2009 at 14:52 e
  43. ho visto con piacere che nell’elenco dei vostri link ci siamo anche noi (a.ve.pro.bi.) vi chiediamo se potete mandarci il vostro logo per poterlo inserire nel nostro sito
  44. Alessia Says:
    Ciao ragazzi, avete visto questo sito??http://www.veronatura.it elena rollo Says: c’è anche il blog!! http://consorzioveronatura.blogspot.com/ fateci sapere che ne pensate! novembre 30th, 2009 at 16:03
  45. Carlo Peretti Says: ciao vorrei iscrivermi alla vostra associazione ma non so come fare. potete aiutarmi? mille grazie, ciao, CP dicembre 2nd, 2009
  46. andrea Says: Ciao Carlo, da tempo abbiamo deciso che l’Associazione El Sélese non fa più tesseramenti, quindi con la tua dichiarazione di volontà sei già iscritto, e hai assolto alle formalità burocratiche, benvenuto! Vai alla pagina “partecipa!” e decidi a quale lista mail ti vuoi iscrivere (lista dei soli annunci importanti a basso traffico o lista delle comunicazioni operative, discussioni e confronto ad alto traffico) segnala la tua scelta, dopo di che puoi partecipare come e quando vuoi alle nostre attività. Se ti senti di voler contribuire finanziariamente per ciò che tu ritieni(al posto della quota associativa)puoi farlo quando vuoi alla prima Assemblea utile o contattando il nostro tesoriere Michele(loretta@barucca.com.) Grazie di essere con noi. andrea dicembre 2nd, 2009 at 17:21
  47. alessandra Says: buongiorno a tutti. sono molto interessata ai temi sviluppati all’interno dei Tavoli RES. ho visto che il 09-10 gennaio 2010 si terrà un seminario sulla definizione di economia solidale..chi sa, per cortesia darmi maggiorni informazioni su dove si terrà e con quali orari? grazie mille dicembre 12th, 2009
  48. Andrea Tronchin Says: Carissima Alessandra, purtroppo nessuno di noi veronesi è riuscito a partecipare all’ultimo incontro del Tavolo RES, per quanto ne sappiamo, per ciò che riguarda il seminario sulla definizione di economia solidale, l’organizzazione dell’incontro è ancora da vedere. Ti riporto qui di seguito uno stralcio dell’ultima comunicazione del Tavolo che ho ricevuto: “…bisogna passare alla fase organizzativa e quindi vedere chi se ne può occupare e dove tenere l’incontro. Inizialmente si era pensato a due giorni, ma ripensandoci forse una giornata può bastare, dipende però da come si articola il programma.Davide Biolghini segnala la possibilità di organizzare l’incontro nel fine settimana del 16-17 gennaio presso il Parco Sud Milano, con la possibilità di organizzare il pernottamento. Questo sarebbe comodo per alcune persone che sono già coinvolte in un corso negli stessi giorni. Inoltre, Eliana Caramelli mi ha detto che il 9 gennaio a Firenze è previsto un incontro della campagna “Cerca la rotta”, per cui ci potrebbero essere delle sovrapposizioni con la data scelta in un primo tempo. Ma a questo punto la prima domanda è: c’é qualcuno che ha voglia di organizzare questo incontro, soprattutto sulla sua conduzione? Su questo punto non ci siamo ancora confrontati. Ciao Andrea Saroldi”… Quindi attendiamo tutti fiduciosi che qualcuno si faccia coraggio e metta in campo la propria disponibilità ed energie…Per il momento ciò che puoi fare è seguire questo sito, prima o poi ne daremo annuncio, ma per essere sicura di non perdere l’occasione ti consiglio di andarti a vedere anche il sito nazionale che sarà indubbiamente più tempestivo di noi nel darne comunicazione: http://www.retecosol.orgUn abbraccio solidale andrea dicembre 12th, 2009 at 19:00
  49. SIMONAIO MIRKO Says: Sappiamo guardare oltre il nostro naso? Gli studi medico-scientifici, compreso quello commissionato nel 2006 dalla nostra Regione, dimostrano che se verrà attivato l’inceneritore dei rifiuti di Verona (Cà del Bue), esso produrrà polveri sottili cancerogene, gas velenosi e diossine accumulabili sul suolo.La stragrande maggioranza degli scienziati di fama internazionale dichiara che tali inceneritori, anche i più moderni, come quello di Brescia, aumentano l’effetto serra, danneggiando irreparabilmente persone animali e terreni fino a 20 km di distanza; Quando, fra qualche anno, si saprà che l’inceneritore dei rifiuti di Verona sparge diossina e altri veleni sui territori circostanti, quale sarà il nuovo valore commerciale degli immobili e dei campi? Chi sarà disposto in Italia e all’estero ad acquistare ancora i nostri prodotti agroalimentari? Prodotti pregiati quali frutta(mele, fragole e altro) verdura(asparagi, radicchio e altro), vini(Soave e altro), pandori, biscotti, tortellini, carni( polli, tacchini) tutti quanti prodotti di Verona quale mercato avranno? Quali saranno le ricadute sul biologico e sull’agriturismo veronese? Ricordate i danni subiti dalla Campania quando a causa della diossina le mozzarelle di bufala sono state ritirate dai mercati internazionali? A gennaio verrà assegnato il bando e se l’inceneritore non sarà fermato, funzionerà per almeno altri 25 anni. Che cosa ne pensano le aziende legate al mondo agroalimentare? Le sigle sindacali non avvertono il pericolo di una grave crisi occupazionale? Vi chiediamo: Avete valutato come attivarvi per non avere a Verona una seconda “ALBERTVILLE”? (sulla quale riferiamo citando da un mensile svizzero ARIA-DI-DOMANI 2005-05) ….Nel 2001 vennero chiuse in un giorno 365 aziende agricole e abbattuti ben 7000 capi di bestiame, fra bovini, ovini e caprini. Solo mille animali si salvano, ma rimangono in quarantena, improduttivi,zombi a quattro zampe. La diossina si accumula nei tessuti, nei grassi e risale la catena alimentare. Ben 2230 tonnellate di latte vengono eliminate. Con loro se ne vanno anche 30mila chili di formaggio. Tutto questo per alcune decine di microgrammi di diossina. Nel giro di un giorno la regione di Albertville è diventata un fantasma. Il territorio è semplicemente scomparso. Sui campi rimangono 12 mila tonnellate di fieno contaminato. Un incubo perché non si sa come eliminarlo questo fieno. Bruciarlo vorrebbe dire rimettere in giro quei maledetti 35 microgrammi di diossina di cui è impregnata…Albertville in Savoia. E allora dove mettere i rifiuti? Esistono oggi moderne tecnologie, tra l’altro venete, che sfruttano efficacissimi impianti di riciclo dei rifiuti trattati a freddo. Questi impianti costano molto meno degli inceneritori e recuperano la quasi totalità dei rifiuti stessi. Sembra miracoloso, ma non bruciano niente, non danneggiano né l’ambiente né la salute delle persone; offrono parecchi posti di lavoro e riducono il costo della raccolta dei rifiuti nelle bollette. L’Europa stessa ha emanato direttive, da noi recepite nel 2006, che spingono gli stati membri nella direzione del RIDUZIONE RIUSO RICICLO…. Perché non applicarle? Per ulteriori, puntuali informazioni contattate 045/50.44.25 Mantovani Sergio o Cell.349.790.22.81 Nottegar Daniele PER IL Coordinamento per il riciclaggio dei rifiuti contro l’inceneritore di Verona SIMONAIO MIRKO 3202775662 gennaio 8th, 2010 at 18:07
  50. manuela maccacaro Says: buon dì, sono una mamma ed abito nella provincia di verona. sono davvero interessata alla realtà degli ecovillaggi e mi chidevo se nel veronese ci fossero già progetti del genere perchè vorrei parteciparvi.voi lavorate anche a questo? fatemi avere notizie, grazie di cuore. manuela febbraio 9th, 2010 at 13:45
  51. antonio: risposto via mail segnalando il lavoro del gruppo ecovillaggi e la possibilità di aderire alla mailing list vita nova
  52. stefania 10 marzo 2010 alle 16:35 buongiorno, vorrei avere maggiori informazioni sui luoghi in cui si possono acquistare prodotti sani e senza i mille passaggi del commercio “abituale”… insomma, quelli che voi promuovete. grazie fin d’ora e a presto.
  53. antonio: risposto via mail segnalando i GAS più vicini